MAGGIORI INFORMAZIONI

CARDIOLOGIA - CARDIOLOGIA DELLO SPORT - CERTIFICAZIONE IDONEITA' SPORTIVA AGONISTICA E NON AGONISTICA

UMBERTO PIGNATARO

Nel luglio 1976 si laurea in medicina con lode e tesi pubblicata

Nel 1981 si specializza in cardiologia con lode e tesi pubblicata

Nel 1987 si specializza in medicina dello sport con lode e tesi pubblicata

In ambito ospedaliero dopo esperienze professionali e tirocinio pratico presso reparti di medicina e di cardiologia dell’ospedale di L’Aquila ha operato come cardiologo presso il centro di medicina dello sport della ASL di L’Aquila assumendone la Direzione dal 1987 al 2012.

Dal 1982, in qualità di specialista cardiologo, ha eseguito circa 20.000 ( ventimila) prestazioni cardiologiche l’anno: visite , Elettrocardiogrammi, Test da sforzo, Ecocardiogrammi , ECG dinamico secondo Holter e Monitoraggio della Pressione Arteriosa delle ventiquattro ore.

Nel 2000 rende operativo il Progetto Cuore : un’attività clinica ospedaliera che offre alla popolazione visite specialistiche ed esami strumentali cardiologici con la formula innovativa ed efficiente di un solo accesso con notevole gradimento da parte dei cittadini utenti con l’obiettivo della prevenzione delle malattie cardiovascolari eseguendo screening che hanno consentito diagnosi di patologie silenti e rilievo di quadri patologici in soggetti ignari delle proprie condizioni di salute e quindi di rischio.

NEWS & EVENTI

CARDIOLOGO LAQUILA

CARDIOLOGO: LE ARITMIE COMPLESSE ALL’ECG DI SUPERFICIE

LAQUILA:È un pregiudizio molto diffuso che la diagnosi delle Aritmie sia difficile, tanto che solo pochi eletti riescono ad accostarvisi, e per raggiungerla si servono di metodiche complesse. In realtà ogni cardiologo può diagnosticare correttamente quasi tutte le aritmie con il solo ausilio dell'elettrocardiogramma; infatti, nonostante l'avvento di tecniche più recenti e spesso più sofisticate, l'elettrocardiogramma di superficie rappresenta ancora oggi il principale mezzo diagnostico nei soggetti con aritmie. Il preciso riconoscimento di un disturbo del ritmo, tuttavia, richiede un'attenta osservazione dell'elettrocardiogramma, cioè l'acquisizione di una serie di dati, il confronto fra essi, il vaglio di alcune ipotesi diagnostiche ed, infine, la scelta dell'ipotesi più probabile.
Read More